In fondo
posso nascondere cosa penso con parole rassicuranti
posso abbassare lo sguardo per non far vedere se sono acceso o spento
posso cambiar discorso parlando di tutto quel che farei e che ho già fatto, sfuggendo alle risposte che non voglio dare


posso provare a ridere quando vorrei piangere e a piangere quando vorrei ridere
posso cercare di sembrare quello che non sono, vivendo nella incertezza della percezione che do di me stesso

In mille modi posso prendermi gioco del fato e illudermi addirittura che io sia il centro del mondo e che ogni desiderio basta volerlo e si possa avverare, ma dopo?