Si resta sospesi
ad osservare il vuoto
senza credere e ci si sente arresi
perché stanchi dell’ignoto
disegnamo solo scarabocchi
palesemente privi di un senso
e così davanti ai nostri occhi
ogni rigatura sfuma nell’immenso.
Federico