Forse sarei potuto essere un poeta che vive sull’armonia delle parole o un ingegnere che progetta soluzioni per semplificare la vita.


Forse e dico forse, sarei potuto essere un chirurgo, attaccato al brivido della vita tra le proprie mani o un calciatore ed essere la bandiera della mia città.
Forse sarei potuto essere una star della musica, deliziando i miei fans con le mie ballate o forse sarei potuto essere morto, ma si vede che non era il mio momento.
Forse sarei potuto essere un predicatore e imporre un mio credo o un super eroe intervenendo dove necessitava il mio aiuto.
Sarei voluto essere tutto questo e molto di più, ma probabilmente quel che la vita mi ha dato e mi ha tolto, non mi ha permesso di realizzare alcuni sogni e mi ha reso quello che sono: sognatore, testardo, disilluso, onesto, razionale, freddo e creativo.
Federico