C’è un linea sottile che divide il modder dal vaper e sinceramente non ho ancora capito chi l’abbia tracciata!

Se mi doveste chiedere da che parte penso di stare, vi risponderei che preferisco calpestarla percorrendola a piedi nudi.

Ho sempre pensato che il momento migliore per parlare fosse quando avevo qualcosa da dire e non solo per aprire la bocca.

Non amo parlare per il piacere di sentire il suono della mia voce, ma mi stupisco a volte di quello che riesco ad esprimere in situazioni di completa libertà.

Parlare senza paura di essere giudicati, è l’unico modo per sentire la vera voce dell’anima.

Cosi anche quando si incontrano persone apparentemente differenti, un dialogo aperto su quei pochi argomenti comuni, ci può portare a vivere insolite riflessioni.

Flavor, cloud o guancia, tabacchi, creme o fruttati, tank o bf e meccaniche o elettroniche…rispettiamoci e godiamoci le diversità!
Federico