Nel silenzio tra ombre e pensieri
spengo un pezzo di cuore
e illudo la mente che tutto fino a ieri
fosse un sogno che dentro me muore

Vorrei sole e cerco oscurità
vorrei sdraiarmi ma cado nel vuoto
sono solo vittima della fatalità
e a suon di naufragare ho deciso, non nuoto!

In fondo, sono stanco e deluso
rabbioso e indolente
vittima e soppruso
sconfitto e vincente
e chi lo capisce che muoio ogni notte
e che il giorno seguente respiro apatia?
Dimmi è? …chi se ne fotte!
…Mia