Se il silenzio riuscisse a non parlarmi, potrei rilassarmi, ma invece è lì che aspetta imperturbabile il primo cenno di distacco dal mondo e come un pensiero dimenticato dalla routine, riappare quando tutto tace.

In quei momenti mi chiedo “ Se potessi ergermi scrutando l’orizzonte, sognerei di viaggiare o proteggerei i miei confini dagli invasori? “
Federico