Nell’immagine austera di questa realtà
i pensieri volano instabili
influenzati dal silenzio della nuova città

Sono ancora vani e fallibili
come nuvole nella solita testa
dell’uomo dai sogni impossibili.

Si chiude con tutto, ma fuori è tempesta
invisibile e indubbiamente alienante
riduce ogni istante al giorno di festa

Aiuta però in modo disarmante
la comprensione che la sola tecnologia
dalla vita vera è assolutamente distante

Federico